Presenterò Costantini il 21 aprile alla IBS-Libraccio di Firenze – LA MOGLIE PERFETTA

Il giallo di Roberto Costantini La moglie perfetta sarà presentato a Firenze il 21 aprile. Giuseppe Previti e io parleremo con Roberto Costantini del suo ultimo libro alla IBS-Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani 16R)

Giovedì 21 aprile ore 18.00
Roberto Costantini presenta
La moglie perfetta
Marsilio

costantinimoglieperfetta3

Roberto Costantini è l’autore della fortunatissima Trilogia del male  pubblicata da Marsilio (Tu sei il male, 2011; Alle radici del male, 2012; Il male non dimentica, 2014).

La moglie perfetta si aggiunge alla trilogia ed è il quarto libro che vede protagonista Michele Balistreri.

La storia è avvincente e offre interessanti riflessioni sul rapporto di coppia e sugli equilibri (o disequilibri) matrimoniali. Mi è molto piaciuta la parte iniziale narrata in prima persona da Giovanni Annibaldi (Nanni), psicologo di coppia.

Riporto parte della quarta di copertina, opportunamente tagliata perchè secondo me dice veramente troppo e quindi sconsiglio di leggerla integralmente.

Nel maggio del 2001, a Roma, due coppie, il professore italoamericano Victor Bonocore e la moglie Nicole Steele, il pubblico ministero Bianca Benigni e il marito Nanni. Due matrimoni come tanti, a volte felici, a volte meno. Tra loro una ventenne pericolosa, Scarlett, sorella di Nicole. Intorno, la terra di mezzo del Sordomuto e del Puncicone, gli appalti pubblici, il gioco d’azzardo, l’usura, e la morte atroce di una ragazza, Donatella. Sembra essere l’ennesimo atto di violenza patito da una donna per mano di un uomo violento, l’assassino viene scoperto e giustizia è fatta. O forse no?…

CostantiniRobertoL’autore

Roberto Costantini (Tripoli, 1952), ingegnere, consulente aziendale, oggi dirigente della Luiss. È autore per Marsilio della Trilogia del Male con protagonista il commissario Michele Balistreri, bestseller in Italia e già pubblicata negli Stati Uniti e nei maggiori paesi europei, premio speciale Giorgio Scerbanenco 2014 quale “migliore opera noir degli anni 2000”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *