Libri sulla scrittura e sull’editoria

Libri sulla scrittura

Il mio atteggiamento nei confronti dei libri sulla scrittura creativa è il seguente: io ritengo che sia possibile imparare qualcosa che mi aiuti a scrivere meglio da ogni libro (di qualsiasi genere) che leggo, in special modo dai libri di narrativa scritti male (dove gli errori che occorre evitare risaltano con evidenza). Figuriamoci se non posso imparare qualcosa da un libro che tratta proprio della scrittura!

Detto questo, concordo con chi pensa che non si diventi “grandi scrittori” leggendo manuali o seguendo corsi di scrittura creativa. Ma queste cose possono comunque essere utili per migliorare un po’ il proprio livello ed evitare errori marchiani.

Ecco l’elenco dei libri sulla scrittura che ho letto.

Stephen King

  • On writing – Letto nel 2001. Stephen King racconta la sua vita di scrittore e illustra le sue idee sulla scrittura. Pieno di consigli validi in senso assoluto, a prescindere dai generi: dovrebbe essere letto anche da chi aspiri a scrivere poesie o dolci romanzi tipo Harmony. King, sia detto per inciso, è uno che scrive benissimo anche quando parla di cani assassini o persone incatenate a un letto.

Luigi Forlai e Augusto Bruni

  • Detective thriller e noir. Teoria e tecnica della narrazione. Dino Audino Editore. – Nel settembre 2009.Libro che tratta della “teoria e tecnica della narrazione” applicata al thriller e al noir, a cavallo tra scrittura, film e televisione. E’ un libro che ho trovato davvero interessante. Più che insegnare come scrivere un giallo ti rende consapevole di cosa fai veramente quando scrivi. Rivedere il proprio lavoro alla luce delle regole comuni a tutte le narrazioni di detection indicate nel libro  rappresenta una vera check-list per controllare la completezza e coerenza del proprio romanzo (o film). Mi è piaciuto così tanto che ne ho trattato diffusamente in questo articolo e ne ho esposto il contenuto in varie relazioni. Qui c’è il video di una di queste relazioni.

Vincenzo Cerami

  • Consigli a un giovane scrittore – nel 2003. Dove ho imparato molto sui conflitti, sulle tinche, sulle telefonate e sui tiranti (altrimenti detti metonimie).

Bice Mortara Garavelli

  • Prontuario sulla punteggiatura – nel 2003. Interessante analisi della punteggiatura. Mi serviva per chiarirmi alcuni dubbi sulle regole della grammatica italiana. Mi ha confermato che le regole della grammatica italiana sono abbastanza evanescenti e ognuno fa come gli pare.

Fruttero & Lucentini

  • I ferri del mestiere. Manuale involontario di scrittura con esercizi svolti – nel 2003. Non si tratta di un vero e proprio saggio ma di una raccolta di scritti vari che ripercorrono le varie tappe della carriera del duo nel mondo editoriale, in particolar modo come curatori di Urania. Sono molto interessanti i brani dedicati alle problematiche delle traduzioni.

Mario Vargas Llosa

  • Lettere ad un aspirante scrittore – nel 2003.Dove mi sono rimaste impresse le osservazioni sugli scostamenti, sui vasi comunicanti e sul dato mancante.

Raymond Carver

  • Il mestiere di scrivere – circa nel 2003. Oltre a osservazioni sulla scrittura contiene molte note autobiografiche.

Kit Reed

  • La revisione – circa 2003. Che tratta della fase che forse mi piace di più dello scrivere.

André Jute

  • Scrivere un thriller – circa nel 2003. Un buon lavoro che affronta le tematiche specifiche del thriller.

Patricia Higsmith

  • Come scrivere un giallo, Minimum fax. Nell’agosto 2007. Teoria e pratica della suspence spiegata da una delle più famose gialliste americane. Non ci ho trovato particolari suggerimenti tecnici ma piuttosto considerazioni di ordine generale.

Andrea Carlo Cappi

Andrea Carlo Cappi
  • Elementi di tenebra, Alcràn edizioni. Nell’agosto 2007. Più che un manuale di scrittura thriller è un saggio che ricostruisce in modo estremamente interessante la storia dei vari filoni del giallo-noir e analizza trame, strutture e personaggi tipici. Rende chiarissimo il fatto che ormai si sono scritti gialli di ogni tipo e che le brillanti idee originali che pensavamo di utilizzare prima o poi, in realtà sono già state poste in essere da un pezzo (e quasi tutte da una delle prime, ovvero Agatha Christie, mannaggia a lei). La lettura del libro di Cappi può quindi essere poco confortante per chi aspiri a scrivere un giallo-noir originale, ma, d’altronde, come diceva qualcuno, è solo conoscendo la storia passata che possiamo progettare il futuro. Questo è, quindi, un saggio di grande utilità.

Franco Forte

  • Il prontuario dello scrittore. Delos Books Srl, Milano, 2012. Un insieme di indicazioni e consigli per chi aspira a scrivere e pubblicare. Interessante soprattutto per chi è proprio ai primi passi nel magico mondo della scrittura e dell’editoria. Letto nel febbraio 2018.

Gianni Rodari

  • La grammatica della fantasia. Un interessante saggio sulla struttura e composizione delle favole e sull’immaginazione dei bambini. Settembre 2011.

Danila Comastri Montanari

  • Giallo antico. Come si scrive un poliziesco storico (con dedica). Hobby & Work. Da una simpaticissima autrice, un brillante manuale sulla scrittura dei gialli, specificamente dedicato ai gialli storici. Piacevole da leggere. L’osservazione più utile di Danila Comastri Montanari l’ho ascoltata nel corso di una presentazione fiorentina: secondo la scrittrice il lettore medio tende facilmente a distrarsi quando deve leggere il testo normale e torna a essere più attento solo quando c’è un dialogo. Per cui, se l’autore vuole fornire un’informazione importante al lettore, è bene che la inserisca nel dialogo, perché nel testo normale è facile che vada perduta. Questa teoria potrebbe essere vera; è plausibile che il lettore sia costretto a prestare più attenzione durante i dialoghi perché nel testo normale è di solito chiaro il senso di quello che l’autore scrive, mentre nei dialoghi il lettore si deve sforzare per intuire dove stanno andando a parare i personaggi e che messaggi essi trasmettano anche con il non detto. Marzo 2010.

Alessandro Lucchini

  • Business writing – circa nel 2003. Note molto pratiche, da utilizzarsi per migliorare la comunicazione nel business. Ma qualcuna può risultare utile anche per chi scrive racconti.

Renato Di Lorenzo

  • Smettetela di piangervi addosso: SCRIVETE UN BEST SELLER – Nel marzo 2009. Edizioni Gribaudo. L’autore riassume in modo sintetico e chiaro le principali regole insegnate nelle scuole di scrittura creativa statunitense e illustrate in alcuni libri che trattano dello scrivere. Il libro può essere un utile riepilogo, soprattutto in alcune delle sue parti.

Howard Mittelmark e Sandra Newman

  • Come non scrivere un romanzo. Una guida per evitare i 200 errori più comuni. Corbaccio. Divertente libro in cui gli autori illustrano con esaudienti esempi gli errori che occorre evitare nella redazione di un romanzo.

Laura Grimaldi

  • Scrivere il giallo e il nero Dino Audino – Nel settembre 2009. La Grimaldi, aveva già pubblicato nel 1996 Il giallo e il nero. Scrivere suspense pubblicato da Nuova Pratiche Editrice, ormai introvabile. Questo nuovo libro presumibilmente riprende i contenuti del precedente. Breve, con qualche considerazione interessante.

Scuola Holden

  • Fare il punto di Autori vari della Scuola Holden di Baricco. Un opuscolo con note sulla punteggiatura allegato alla serie di fascicoli “Scrivere” della De Agostini. È un libretto che tratta la punteggiatura da un punto di vista “filosofico” più che tecnico. Di poca utilità pratica.

Libri sui libri

Alberto Manguel

  • Una storia della lettura – Circa nel 2000. Un libro sulla storia dei libri. E sulla lettura.

Hans Tuzzi

  • Collezionare libri – Circa nel 2001. Riletto nel dicembre 2009. Un testo raffinatissimo sulla bibliofilia. L’autore occulto (Hans Tuzzi è un falso nome) ha poi scritto anche un giallo ambientato in quel mondo.

Guglielmo Cavallo (curatore)

  • Libri, editori e pubblico nel mondo antico a cura di Guglielmo Cavallo. Editori Laterza. Tre saggi sui libri antichi; più precisamente: I LIBRI NELL’ATENE DEL V E DEL IV SECOLO A.C. di Eric G. Turner, COMMERCIO LIBRARIO ED EDITORIA NEL MONDO ANTICO di Tönnes Kleberg e LIBRO E PUBBLICO ALLA FINE DEL MONDO ANTICO di Guglielmo Cavallo. Una carrellata sui libri antichi che va dal più antico libro greco rinvenuto al libro goto. Settembre 2011.

Libri sul mondo dell’editoria

Gordiano Lupi

  • Quasi quasi faccio anch’io un corso di scrittura (con dedica). Stampa alternativa. Considerazioni polemiche e illuminanti sul mondo degli scrittori e dell’editoria. Letto nell’ottobre 2011.
  • Nemici miei. Consigli utili per difendersi da scrittori, editori e giornalisti inutili (con dedica). Stampa alternativa. Il seguito di Quasi quasi faccio anch’io un corso di scrittura. Gordiano Lupi è un gran personaggio e un buono scrittore. Novembre 2011.

Cristiano Armati

  • Cose che gli aspiranti scrittori farebbero meglio a non fare ma che invece fanno. Giulio Perrone Editore. Libro in cui un editor si lamenta assai degli aspiranti scrittori.

Giorgio Maremmi

  • Avalon, l’agenda dello scrittore – Circa nel 2003. L’autore, che è un editore fiorentino spiega come funzionano le piccole case editrici ed illustra con cura i difetti tipici degli editori e degli scrittori.

Miriam Bendia – Antonio Barocci

  • Editori a perdere – Circa nel 2003. Due giovani scrittori parlano (male) del modo con cui il mondo editoriale accoglie gli esordienti.

Emanuela De Crescenzo – Francesco De Filippo

  • Pubblicate esordienti? – Nel 2004. Una lista di editori che pubblicano esordienti con una nota di Camilleri.

Sergio Calamandrei

vedi http://www.calamandrei.it/chi-sono/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *