I motivi inconsci per cui si sceglie un partner

In SESSO MOTORE 2: PERCHE’ SI FA POCO SESSO cito l’interessante articolo Ho scelto te di Mimma Bruni pubblicato su Rescogitans.

Ho scelto te

Cosa pensereste leggendo il titolo di un saggio che suona più o meno così: “I diversi processi cognitivi alla base delle scelte umane per l’accoppiamento e per le preferenze sessuali”?. L’articolo in questione si propone di svelare quali potrebbero essere le reali motivazioni che si nascondono dietro la scelta del partner. Ci sono almeno due modi di reagire. Si potrebbe assumere un atteggiamento scettico e diffidente nei confronti di chi, a parer nostro, tenta di cambiare i contorni dell’immagine che ognuno ha di se stesso, nei riguardi di chi insinua un punto di domanda sulla genuinità e sulla libertà delle proprie scelte, sulle preferenze sessuali, su aspetti consueti della vita. Oppure si può semplicemente lasciarsi rapire dalla curiosità per constatare personalmente se uno scenario simile potrebbe essere in grado di spiegare uno dei molteplici aspetti che caratterizzano la nostra vita. Ed allora, perché no? Lasciamoci rapire anche se solo per un attimo. Saprò finalmente cosa accade nella mia mente quando scelgo proprio quell’uomo lì e non un altro? Saprò cosa succede di preciso quando scelgo quegli occhi scuri? Sarò in grado di capire perché ho scelto chi, prima di dormire, sussurra poesie all’orecchio?

Leggi l’articolo completo


Post pubblicato sul blog del Progetto SESSO MOTORE il 10 dicembre 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *