Libri che ho letto nel 2016

Questo articolo fa parte de La mia biblioteca.

Libri che ho letto nel 2016

Questi, salvo che non me ne sia dimenticato qualcuno, soprattutto tra gli ebook, sono i principali libri che ho letto nel 2016.

  • Delitti al curry di Andrea Gamannossi (con dedica). Mauro Pagliai Editore, Firenze, 2016. Una serie di ricette e di delitti saporiti. Novembre 2016.
  • E’ tornato l’uomo nero di Andrea Gamannossi (con dedica). Mauro Pagliai Editore, Firenze, 2015. Il ritorno del Mostro di Firenze. Ottobre 2016.
  • I racconti della metro AA.VV. curato da Giacomo Matteo Miniussi ed Elio Marracci. antologia di racconti brevi, da leggersi nel tempo di una fermata della metro. Contiene anche il mio “L’attesa”. Ottobre 2016.
  • Quando Firenze era capitale. Storie di strada e di salotto di Marcello Vannucci (Casa editrice Bonechi Srl, Firenze, 1985). Settembre 2016.
  • Ma’ecchia. L’ape regina di Corrado Leoni (con dedica). Casa Editrice Kimerik, Patti (ME), 2016. Una interessante storia contadina ambientata nella Lunigiana, tra l’800 e il 900. La storia vista dagli umili, forti solo della loro fede e della loro tradizione. Settembre 2016.
  • I ladri di cadaveri di Jarro (Giulio Piccini). Aliberti Editore, Reggio Emilia, 2004. Il terzo romanzo sul birro Lucertolo, scritto nel 1884. Agosto 2016.
  • Firenze e le sue Leggi. Storie di Potere, Delitti e Pene di Michele Agostini, Claudio Cadeddu, Giovanni Rizzo e Daniela Zani. Media Point Editore, Firenze, 2012. Agosto 2016.
  • Lotteria dello spazio di PHilip K. Dick. Futuro in cui le posizioni apicali della società sono determinate attraverso una lotteria. Interessante idea, si potrebbe applicare. Agosto 2016.
  • I giocatori di Titano di PHilip K. Dick. Un futuro in cui la classe eletta si gioca le città che possiede in una specie di Monopoli. Agosto 2016.
  • L’angelo del fango di Leonardo Gori (con dedica). Un’avventura del colonnello Arcieri nell’alluvione di Firenze del 1966. Agosto 2016.
  • Mr Gwyn di Alessandro Baricco. Come al solito, una storia di personaggi improbabili scritta molto bene. Agosto 2016.
  • Galapagos di Kurt Vonnegut. Un sempre piacevole Vonnegut del 1985. Sull’evoluzione felice della specie umana, quando saremo tornati a essere dei semplici animali. Agosto 2016.
  • La sesta estinzione. Una storia innaturale di Elizabeth Kolbert. La sesta estinzione di specie di massa è quella attualmente in corso, causata dall’uomo. Interessante e scritto molto bene. Premio Pulitzer 2015. Luglio 2016.
  • I tre libri del ciclo dei principi demoni di Jack Vance: Il re stellare, La macchina per uccidere e Il palazzo dell’amore. Mi sono piaciuti meno, molto meno, di altri romanzi del mio adorato Vance. Giugno 2016
  • Da te solo a tutto il mondo. Un ornitologo osserva le società umane di Jared Diamond. Un libro tratto da una serie di lezioniche Diamond ha tenuto alla Luiss di Roma. Giugno 2016.
  • Sull’orlo del precipizio di Antonio Manzini. Apologo sul mondo dell’editoria. Giugno 2016.
  • La scelta di Sigmund di Carlo A. Martigli. Giallo ambientato a Roma nel 1903 con Freud come protagonista; presentato il 19 maggio 2016 alla Ibs+Libraccio di Firenze. Maggio 2016.
  • Com’era Firenze 100 anni fa di Piero Bargellini. Casa Editrice Bonechi, Firenze, 2009. Libro illustrato che raccoglie una serie di splendide foto della Firenze capitale. Maggio 2016.
  • Un uomo senza patria di Kurt Vonnegut: riletta con piacere questa breve raccolta di scritti di Vonnegut. Maggio 2016.
  • Alastor 2262 di Jack Vance. Altra fantascienza semplice nelle trame e ricchissima nell’ambientazione. Maggio 2016.
  • Marune: Alastor 933 di Jack Vance. Alla ricerca di un po’ di puro divertimento sono tornato a rileggere i romanzi di fantascienza di Vance. Idea felicissima. Aprile 2016.
  • La moglie perfetta di Roberto Costantini (con dedica). Il quarto libro di Michele Balistreri. Presentato alla Ibs Libraccio il 21 aprile 2016 e nella trasmissione di TVL Giallo Pistoia. Aprile 2016.
  • Barbablu di Kurt Vonnegut. Un Vonnegut di medio livello che ci parla della moderna pittura e degli armeni. Marzo 2016.
  • Dio la benedica dottor Kevorkian di Kurt Vonnegut. Brevi storie dall’aldilà. Marzo 2016.
  • Ghiaccio nove di Kurt Vonnegut. Sulla pazzia dell’uomo, sulla religione e sulle Karass. Riletto nel marzo 2016.
  • Mattatoio n. 5 di Kurt Vonnegut. Il più famoso libro di Vonnegut. Riletto nel marzo 2016.
  • Le antiche mura da Porta San Niccolò a Porta a Faenza di Andrea Petrioli e Fabrizio Petrioli. Album della vecchia Firenze, Volume IV. Media Point Editore, Firenze, 2013. Marzo 2016
  • La febbre dei tulipani. La prima grande crisi economica della storia di Mike Dash (BUR). Gli olandesi del 1636-37 non si fecero mancare niente: bolla speculativa sui tulipani, contratti a termine per l’acquisto di bulbi, società tra più persone per comprare singoli costosissimi bulbi, crollo improvviso e verticale dei prezzi, intervento (indeciso) dello Stato per porre rimedio alla crisi.
  • Piazza della Passera e altre storie fiorentine di Franco Valleri (ovvero Graziano Braschi e Stefano Martinelli). Storie di una Firenze che non c’è più. Febbraio 2016.
  • Brevi di cronaca nera di Franco Valleri (ovvero Graziano Braschi e Stefano Martinelli). Una serie di racconti che hanno per protagonista l’immaginario cronista della Nazione Paolo Giunti. Febbraio 2016.
  • Ai margini della città storica. Firenze: Via Masaccio – Piazza Oberdan a cura di Osanna Fantozzi Micali e Elena Lolli (Quaderni di restauro urbano Alinea editrice). Una ricerca sulla nascita (tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento) di Via Masaccio e di Piazza Oberdan con le schede dei singoli edifici. Estremamente interessante per chi conosce quella zona di Firenze nata dopo l’abbattimento delle mura. Febbraio 2016.
  • Cosa resta di noi di Giampaolo Simi. Grande storia viareggina. Ha meritatamente vinto il premio Scerbanenco 2015. Gennaio 2016.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *