Libri che ho letto nel 2015

Questo articolo fa parte de La mia biblioteca.

Libri che ho letto nel 2015

Questi, salvo che non me ne sia dimenticato qualcuno, soprattutto tra gli ebook, sono i principali libri che ho letto nel 2015.

  • Non solo cowboy – Un viaggio nelle storie più intriganti del Selvaggio West di Tim Slessor. Odoya. Un ottimo saggio che illustra tanti aspetti del West poco noti a chi ha solo visto i western. Dicembre 2015.

  • Brivido caldissimo. Antologia di racconti gialli e noir. AAVV. ZONA Contemporanea 2015. L’antologia contiene anche il mio racconto Quello sguardo languido. 2015.
  • Complotto in riva d’Arno di Riccardo Parigi e Massimo Sozzi. Sergio Fanucci Communications Srl. Un giallo che si snoda tra il 1611 e il 1904, andando dalle Americhe a Firenze. ottobre 2015.
  • A viso coperto di Riccardo Cazzanica. Una vicenda corale dove l’autore ci ricorda che ogni singolo destino dipende un po’ dal caso, un po’ dalle scelte (talvolta significative e consapevoli, talvolta minime e impercettibili) che tutti facciamo ogni giorno. I poliziotti hanno le loro ragioni, gli ultra ne hanno anch’essi, pur se meno condivisibili. Sono comunque, in ogni caso, esseri umani dalla sorte talvolta tragica. Bellissime le descrizioni degli scontri e del richiamo atavico del sangue che in quei momenti prende tutti, anche i buoni. Davvero bravo Gazzaniga a creare una di quelle storie che, quando hai smesso di leggere, ogni tanto ti trovi a ripensarci e a rammaricati sul fatto che i personaggi abbiamo fatto certe scelte invece che altre. E ti dispiace per i loro errori, come se fossero persone vere che conosci. Settembre 2015.
  • La luna e i falò di Cesare Pavese. Indubbiamente un bel libro. Agosto 2015.
  • Q di Luther Blisset. Su ebook. Romanzo poderoso. Agosto 2015.
  • Guarda l’uccellino di Kurt Vonnegut. Antologia che contiene quattordici racconti inediti scritti da Vonnegut all’inizio della carriera. Non particolarmente significativi. Agosto 2015.
  • Dieci dicembre di George Saunders. Altri racconti di questo ottimo autore. Agosto 2015.
  • Con la morte nel cuore di Gianni Biondillo. È il suo secondo libro con protagonista Michele Ferraro. Agosto 2015.
  • L’Assassinio nel vicolo della Luna di Jarro (Giulio Piccini). Scritto nel 1883 e ambientato nella Firenze granducale del 1831, questo è uno dei primi gialli italiani in cui appare un investigatore, lo sbirro Lucertolo, che usa metodi deduttivi (quattro anni prima della nascita di Sherlock Holmes). 2015.
  • Il Processo Bartelloni di Jarro (Giulio Piccini). Il seguito de L’assassinio nel vicolo della Luna. 2015.
  • L’ andirivieni fiorentino. Ambulanti e vecchi mestieri di strada a cura di Luca Giannelli. Scramasax, Firenze, 2009. 2015.
  • Segreti e vita quotidiana di Firenze Capitale. 1865-1870 di Pier Francesco Listri. Le Lettere (Piccole storie illustrate), Firenze, 2014. 2015.
  • C’erano una volta cibi di strada. Storie di cibi e di ambulanti, di voci e di parole al tempo della coltura della fame di Carlo G. Valli. Azzurra Publishing. Pastrengo (VR), 2014. 2015.
  • La prima corsa del mondo. Campioni e velocipedi nella Firenze capitale di Paolo Ciampi. Edizioni Polistampa, Firenze, 2012. 2015.
  • Firenze capitale (1865-1870) di Ugo Pesci, Editori R. Bemporad e figlio, Firenze, 1904. Pesci, nato a Firenze nel  1842 e morto a Bologna nel 1908, è stato un noto pubblicista che combatté a Custoza nel 1866. Fu redattore del «Fanfulla», del «Corriere della Sera», del «Caffè» e direttore della «Gazzetta dell’Emilia». Il suo libro è la cronaca dettagliata e ironica di quel periodo da lui vissuto in prima persona. Riedito da Giunti, Firenze, nel 1988. 2015.
  • La città capitale FIRENZE prima, durante e dopo di Zeffiro Ciuffoletti. Un interessantissimo saggio. Casa Editrice Le Lettere, Firenze, 2015. 2015.
  • Il viaggio della capitale. Torino, Firenze e Roma dopo l’unità d’Italia di Attilio Brilli. Utet Spa, 2010. 2015.
  • Firenze 1865. Quattro passi nella capitale a cura di Lucia Bruni, Federico Napoli, con un saggio di Attilio Brilli. Silvana editoriale, Cinisello Balsamo (MI), 2014. 2015.
  • Firenze capitale Noir. Storie nere di Firenze Capitale (1865-1871) antologia a cura di Graziano Braschi. Autori: Lucia Bruni, Sergio Calamandrei, Linda di Martino, Alberto Eva, Leonardo Gori, Giacomo Napoli, Maurizio Pagnini, Riccardo Parigi e Massimo Sozzi, Enrico Solito. Con appendice storica di Federico Napoli e prefazione di Andrea Falchi. Carmignani Editrice, Cascina (PI), 2015. 2015.
  • Firenze in tasca. Una gita di piacere nella Capitale (1867). Guida economico-pratica. Riproduzione anastatica di una guida del 1867 dei Fratelli Pellas, Firenze. Con presentazione di Sergio Casprini. Apice Libri, Sesto Fiorentino (FI), 2014. 2015.
  • Lo scrittore deve morire di Gianluca Morozzi. Su ebook. 2015.
  • La firma del puparo di Roberto Riccardi (con dedica). Edizioni e/o. Ho presentato l’autore e il suo libro alla libreria IBS di Firenze insieme a Giuseppe Previti il 12 marzo 2015. Terzo libro che ha per protagonista il tenente Rocco Liguori dei Carabinieri. Marzo 2015.
  • Nature morte a Firenze di Simone Togneri. Fratelli Frilli Editori. Terzo romanzo che vede come protagonisti Simon e Mezzanotte. 2015
  • Il mazziere di Eleusi di Renzo Berti (con dedica). Con Cristina Pezzoli ho presentato questo libro il 17 aprile 2015 alla Libreria dei lettori di Firenze (via della Pergola 12). E’ un giallo ambientato nel 1981 che si snoda tra Cipro, Parigi e le Antille. Aprile 2015.
  • Solo il tempo di morire di Paolo Roversi (con dedica). Ho presentato questo libro il 16 aprile con  Giuseppe Previti e Elena Zucconi alla libreria IBS di Firenze. Roversi racconta la Milano criminale dal 1972 al 1984, romanzando la storia vera di quel periodo non particolarmente brillante della vita della nostra nazione. Aprile 2015.
  • Una storia sbagliata. Un caso per il commissario Monti di Donatella Fabbri (con dedica). Edizioni Atelier. Ho presentato l’autrice e il suo giallo il 27 febbraio 2015 alla Bibliocoop presso la Sala Soci Marina Trambusti del Centro commerciale Gavinana (Via Erbosa 66b/c,68, FIRENZE). Febbraio 2015.
  • La voce degli uomini freddi di Mauro Corona. In alcuni momenti un po’ pesante e ripetitivo ma quando narra qualcosa lo fa in modo potente e bello. Febbraio 2015.
  • Febbre a 90′ di Nick Hornby. L’ossessione per il calcio raccontata da un ossessionato. Gennaio 2015.

Sergio Calamandrei

vedi http://www.calamandrei.it/chi-sono/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *